giovedì 9 gennaio 2014

Purtroppo... non mi son piaciuti!

Buondì ragazzuoli, come state?
Son tornata super carica nel 2014, devo "smaltire" un sacco di libri in attesa che ho finito di leggere da un po' e non vedo l'ora di condividere la mia opinione con il resto del mondo :P
Vorrei soltanto chiarire una cosa: la sezione Prossimamente che vedete nella barra in alto comprende i titoli in lettura o in lista d'attesa, non sono libri consigliati da me (non ancora perlomeno), per i suggerimenti dovete aspettare la recensione! Perché vi dico questo? Perché una ragazza mi ha scritto su fb ringraziandomi per il suggerimento datole riguardo al romanzo "I Love New York", libro che in realtà a me non ha entusiasmato, ma non sapevo come dirlo a questa persona, perciò le chiedo scusa pubblicamente :">

In ogni caso, veniamo a noi. "I Love New York" è stato scritto dall'autrice inglese Lindsey Kelk. La progagonista è Angela che, seguendo un impulso dopo aver brutalmente scoperto che il suo fidanzato la tradiva e che i suoi amici lo sapevano, scappa a New York. Prima è disperata, ma grazie a una nuova amica, a un restyling completo del suo look e complice la splendida città americana, si rimette in piedi, si innamora follemente di questa città e trova anche un lavoro come blogger. Ah, naturalmente è contesa da due splendidi uomini, ma chissà chi sceglierà?
Okay, scusate la franchezza, ma ho trovato questa storia banale, noiosa e ripetitiva, un qualcosa di già visto, la trama non vi ha fatto pensare a "Sex and The City"? :-/
 
 
Visto e rivisto, l'ambientazione a New York, lei che fugge da una delusione d'amore, trova subito un lavoro e diventa super gnocca!! Ma dai @.@ non è che disprezzi le storie semplici e scorrevoli, lo sapete, però ho trovato anche la scrittura piatta, monotona e ben poco frizzante! Quindi, mi dispiace, ma lo boccio!

Un altro libro che mi è stato inviato si intitola "La testa sul piatto" di Chiarella Ghini, un'autrice italiana al suo romanzo d'esordio.
 
Il romanzo fa parte della recente collana indies g&a che comprende gli ebook di autori italiani curati dall'agenzia Grandi&Associati.
"La testa sul piatto" racconta la storia di Angelica e Anna, due sorelle gemelle alle prese con una famiglia un po' particolare, con genitori poco affettuosi e attenti ai bisogni dei figli, uno dei quali, il maggiore, si trasferirà lontano da loro. Le due sorelle, nonostante le loro evidenti differenze non solo fisiche, ma anche caratteriali, vivranno insieme, per poi separarsi e poi ritrovarsi di nuovo. Litigano, si giudicano a vicenda, ma finiscono sempre per riavvicinarsi.
Ecco, la trama mi aveva incuriosita, mi interessava osservare e approfondire il rapporto tra due gemelli, che considero profondo e intenso, ma mi sono trovata davanti a uno stile difficoltoso, certo scritto molto bene, l'autrice ha utilizzato un registro aulico se vogliamo, ma la storia l'ho trovata poco scorrevole e soporifera, con passaggi anche poco chiari a parer mio.
Non mi ha stimolata in alcun modo e - a essere onesti - ho anche saltato qualche pagina, cosa che mi capita raramente!
Apprezzo molto lo sforzo dell'Agenzia di dare spazio e vita alle storie scritte e concepite dagli autori italiani, ma in questo caso - a mio modestissimo parere - non hanno centrato il bersaglio!

Auguro a tutti voi uno splendido weekend e vi ricordo che lunedì torna la rubrica "The Most Beautiful Sentence", siete pronti con le vostre frasi? ^_^ baciii

4 commenti:

  1. È la prima volta che leggo un tuo post sui libri bocciati....
    Io sono gemella....se vuoi te lo scrivo io un libro!!!!! Hihihi
    Ciaooooooo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby!
      Ahahahah spero di non averti scioccata :P
      Ma daiii hai una gemella?? Che bello! Perché no, sarebbe un libro interessante :-)
      bacioni

      Elimina
  2. fai bene a condividere anche le recensioni negative, non sempre ciò che si legge piace e bisogna essere obiettivi!
    Le vacanze sono andate bene ma il rientro è stato scioccante, tante cose da fare ed il tempo per farle sembra essere sempre poco. Intanto sacrifico, mio malgrado, il blog, sto "arrangiando" anche la cucina!
    un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lauretta!
      Sì, beh, purtroppo capita spesso di leggere un libro che non mi soddisfi e mi sono sempre dichiarata onesta e sincera nelle mie recensioni, è una forma di rispetto per i miei lettori.
      Sono contenta che le vacanze siano andate bene, il rientro purtroppo è traumatico per tutti, credo :'(
      Tu che arrangi la cucina?? Non ci credo!!! ;-)
      un bacione e buon weekend

      Elimina

Abbuffiamoci di parole!!!